Disponibile l’aggiornamento Service Pack 3 per Vectorworks 2017

videocom, uno dei più importanti distributori nazionali di software per il disegno tecnico, la progettazione 3D, l’animazione, il video e il document management, ha annunciato oggi la disponibilità del Service Pack 3 di Vectorworks 2017 prodotto da Vectorworks Inc.
La nuova release costituisce un aggiornamento di manutenzione per Vectorworks Designer, Vectorworks Architect, Vectorworks Landmark, Vectorworks Spotlight, Vectorworks Basic e del Modulo Renderworks.

Vectorworks è una famiglia di soluzioni CAD/BIM che permette di realizzare disegni tecnici in 2D, ma anche complessi modelli in 3D in modo rapido. Inoltre, grazie al Database e al Foglio Elettronico integrati, è possibile effettuare valutazioni e computi.

La versione Service Pack 3 include diverse correzioni e miglioramenti nelle seguenti aree:

Per un flusso di lavoro 3D più produttivo ed una navigazione più veloce, i designer possono beneficiare di maggiori capacità con il mouse 3D di 3Dconnexion. I designer possono utilizzare il mouse e progettare in 3D usando due mani per una migliore personalizzazione del flusso di lavoro. Le funzionalità su Mac sono ora allineate alla versione per Windows.
Viene assicurato un maggiore livello di controllo e di coerenza sui progetti OpenBIM, grazie al comando “Mappatura dati IFC” che assicura che i dati IFC siano stati mappati prima di esportare un modello BIM.
La dotazione di modelli 3D di piante VBvisual ad alta qualità è stata notevolmente arricchita e sono disponibili direttamente dall’interno dello strumento Pianta VBvisual. Grazie a queste piante è possibile creare modelli 3D più realistici e completi.
È supportata l’importazione di simboli IFC in modo da ridurre i tempi di importazione dei file e la dimensione del progetto, migliorando così le prestazioni complessive del documento.
Quando si esportano i Lucidi presentazione in formato DWG, ora vengono esportati solo gli oggetti visibili. In questo modo si migliora notevolmente la procedura di esportazione, riducendo la dimensione del file generato.
È stato apportato un miglioramento generale delle prestazioni dell’applicazione, con particolare riguardo per il Vectorworks Graphics Module (VGM), per l’oggetto “Elemento strutturale”, per la Visualizzazione Dati Viewport e per il BCF Manager.
Miglioramento significativo della stabilità generale e risoluzione di problemi.

Il Service Pack 3 per la versione in italiano è disponibile come aggiornamento gratuito scaricabile tramite l’utility Aggiornamento Vectorworks.

Ulteriori informazioni su come scaricare il Service Pack 3

Disponibilità
La versione Service Pack 3 è immediatamente disponibile.

Vectorworks Inc.
Vectorworks, Inc. (ex Diehl Graphsoft) fa parte del gruppo Nemetschek AG. Come leader nelle tecnologie CAD per il design, Vectorworks, Inc. ha sviluppato software CAD per personal computer fin dal 1985. Vectorworks, il prodotto principale, è uno dei più venduti software CAD al mondo: sono state vendute più di 685.000 licenze, è disponibile in 85 nazioni ed è tradotto in 11 lingue. I prodotti della linea Vectorworks Design Series sono stati specificamente sviluppati per soddisfare le richieste di designer nei campi dell’architettura, del Building Information Modeling (BIM), dell’illuminazione scenografica e della progettazione del paesaggio.

videocom
videocom srl è il distributore esclusivo per l’Italia dei prodotti sviluppati da Vectorworks Inc. e ne cura la commercializzazione in Italia; VideoCOM si occupa inoltre della traduzione in italiano del software e della documentazione. L’edizione italiana, come è consuetudine da parecchi anni, non è una semplice traduzione della versione International, ma costituisce una completa riedizione del software, che viene ampliato e dotato di una vasta serie di migliorie e potenziamenti (in standard europeo) che ne rendono il suo uso più semplice e produttivo. Per ulteriori informazioni visitare il sito videocom o telefonare al numero 0383.366712.

Un tutorial sul design d’interni: realizziamo l’atrio di un appartamento

Vectorworks è uno dei migliori sistema di progettazione oggi disponibili per l’interior design.
Grazie alle sue evolute funzioni di modellazione 3D ed alla capacità di realizzare forme complesse in modo estremamente rapido ed intuitivo, viene quotidianamente usato da migliaia di designer in ogni parte del mondo.

In questo video vi presentiamo alcune idee su come realizzare un atrio di un appartamento in cui sono presenti alcuni elementi di design che danno un’impronta di originalità all’ambiente, conferendo un senso di modernità e di movimento.

Il soffitto è stato realizzato con un insieme di pannelli ondulati in metallo satinato, per conferire un senso di libertà all’ingresso, con un effetto che richiama l’idea di un sub che osservi una scena subacquea.
Anche i vasi presenti nell’atrio sono modellati come forme organiche, per ricordare delle rocce o dei vasi antichi perduti in un naufragio.

La parete sulla destra dell’atrio è stata vivacizzata creando una serie di rettangoli a sbalzo le cui misure sono state generate in modo casuale. Per creare queste geometrie sarebbe stato possibile definire e posizionare una serie di rettangoli estrusi, ma tale processo sarebbe stato piuttosto lungo e tedioso.
Per risolvere questo problema abbiamo invece utilizzato il modulo Marionette di Vectorworks Architect che permette di utilizzare dei visual scripting. Si tratta di procedure logiche che permettono di far effettuare a Vectorworks operazioni di qualsiasi tipo in modo automatico. Grazie dunque ad uno script Marionette è stato possibile con pochi semplici clic ottenere una serie di solidi disposti in modo casuale che arredano la parete e richiamano l’idea di una barriera corallina.

La parte centrale dell’atrio è occupata dalla scala che porta al piano superiore. Per conferire luminosità all’ambiente si è deciso di realizzare una scala formata da listoni in legno, alcuni direttamente appoggiati al pavimento, altri agganciati alle pareti. Anche in questo caso si è scelto una forma non convenzionale, che rinviasse al senso di ondeggiamento del mare, lasciando però spazio libero alla luce che entra dalla parete vetrata posta dietro la scala.