fbpx

INVECCHIAMENTO DI SUCCESSO E PREVENZIONE

I nostri servizi in ambito sanitario si rivolgono a persone che considerano la propria salute un bene prezioso . Il mantenimento della stessa è un processo articolato che presuppone una partecipazione attiva e consapevole. Gli interventi multidisciplinari e multiprofessionali tendono considerano la persona non come un organo malato ma come un insieme integrato di sistemi secondo le teorie della psico-neuro-endocrino-immunologia.

Il benessere è sempre inquadrato in un sistema complesso di relazioni tra mente e corpo e richiede un approccio che integri fattori ambientali, psicologici, dell’alimentazione, dell’attività fisica.

DISASSUEFAZIONE DA FUMO

Il fumo di sigaretta è quindi da considerare una vera e propria dipendenza e in quanto tale va trattata ed affrontata in ambito medico. Le linee guida della SITAB (Società Italiana di Tabaccologia) definiscono chiaramente nel trattamento integrato medico-psicologico la modalità più efficace di disassuefazione.

La nostra equipe dedicata al progetto fumo è composta da un Medico socio SITAB con esperienza di trattamento delle dipendenze e da uno psicologo psicoterapeuta socio SITAB che attualmente collabora con progetti di disassuefazione da fumo.

Il programma di disassuefazione prevede una presa in carico congiunta medico-psicologica con una prima visita approfondita per definire il grado di dipendenza, la motivazione all’astensione dal fumo, le eventuali patologie fumo-correlate presenti e le condizioni cliniche. Viene compilata una cartella tabaccologica e viene proposto un trattamento che può essere farmacologico, di supporto psicologico o l’associazione di entrambe le terapie in base alla situazione rilevata.

Viene concordato un piano di visite successive alla prima al fine di verificare l’andamento della terapia medica ed una serie di colloqui psicologici .

(Il costo del trattamento completo dipende dalla durata dello stesso e dalle necessità cliniche del paziente. Nel corso della prima visita, al momento della pianificazione del percorso di disassuefazione viene concordato un preventivo di spesa).

ATTIVITA’ FISICA ADATTATA ??

NUTRACEUTICA

Fin dall’antichità è nota l’importanza del cibo per la salute dell’uomo. Nelle società occidentali la scelta e la varietà dei prodotti alimentari disponibili è amplissima ma paradossalmente questo comporta disturbi gravi legati alla malnutrizione intesa come eccesso di alimenti nocivi e carenza di principi nutritivi indispensabili per un buon funzionamento dell’organismo. Un altro problema che si evidenzia nelle nostre società è l’utilizzo sempre più frequente ed indiscriminato di sostanze atte a prolungare la conservazione e la durata dei cibi e a modificarne in modo strumentale le caratteristiche organolettiche e nutrizionali al fine di indurne il consumo. La conoscenza dei principi della nutraceutica fisiologica di regolazione consente di modulare i consigli dietetici personalizzandoli sulla base delle caratteristiche genetiche, psicologiche, somatiche e comportamentali del paziente. Questo permette, non solo la regolazione del peso corporeo ma soprattutto diviene prevenzione e terapia per patologie gravi quali diabete, malattie cardiovascolari, malattie autoimmuni, malattie degenerative, allergie .

psicoterapia

STIMOLAZIONE COGNITIVA

Sedute individuali o di gruppo finalizzate a riabilitare le funzioni cognitive deficitarie, stimolare e mantenere quelle residue e rallentare il decadimento cognitivo, incrementando e potenziando le abilità residue.

Vengono proposti training per le funzioni mnesiche, attentive, esecutive e prassiche in modalità single-task o dual-task finalizzate al potenziamento delle abilità necessarie per il mantenimento delle autonomie nella vita quotidiana.

Il programma specifico delle sedute viene stilato dal neuropsicologo in seguito alla valutazione neuropsicologica di approfondimento ed al colloquio clinico con la persona ed il caregiver principale.

È rivolto a:

Persone con difficoltà/deficit delle funzioni cognitive (attenzione, memoria, funzioni esecutive, etc.)

Persone con diagnosi di demenza a diversa eziologia (malattia di Alzheimer, demenza vascolare, demenza fronto-temporale, etc.)

Persone con esiti di patologie neurologiche (ictus, trauma cranico, malattia di Parkinson, sclerosi multipla, etc.)

Valutazione neuropsicologica

Finalizzata alla rilevazione ed all’analisi dei danni residuali nelle competenze cognitive e comportamentali, a seguito di lesioni cerebrali acquisite o di deterioramento cognitivo già diagnosticato o sospetto.

Principali patologie per le quali viene richiesta la valutazione neuropsicologica:

– Ictus (ischemie ed emorragie cerebrali)
– Trauma cranio-encefalico
– Encefalopatie
– Mild Cognitive Impairment (MCI) e/o sospetto decadimento cognitivo
– Demenze (demenza di Alzheimer, demenza fronto-temporale, demenza dei Corpi di Lewy, demenze vascolari, demenze con disordini del movimento – morbo di Parkinson, degenerazione cortico-basale)
– Sclerosi Multipla (SM)
– Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA),

La valutazione si basa sul colloquio clinico e sulla somministrazione di test psicometrici.

In seguito alla valutazione è prevista una restituzione comprendente una relazione scritta ed un colloquio

psicoterapia e sostegno psicologico

Disagio e malessere sono espressioni di un’esigenza di cambiamento e, come tali, necessitano di essere ascoltati e contestualizzati.

Richiedere una consultazione psicologica, in un momento particolare di incertezza o di difficoltà nella vita, permette di evitare sofferenze attuali e future.

Intraprendere un percorso terapeutico aiuta ad affrontare i propri disagi e a definire tempi e obiettivi necessari per raggiungere un cambiamento positivo.

Cosa offriamo:

– Colloqui individuali e di coppia
– Consultazioni psicologiche brevi
– Psicoterapia rivolta ad adulti e adolescenti
– Assistenza e sostegno psicologico rivolto ai familiari
– Sostegno alla genitorialità (anche in caso di adozione o affido)
– Assistenza e sostegno per difficoltà e/o problemi scolastici

Quando rivolgersi a noi:

Adolescenti
Quando non ti trovi bene a scuola e andarci è diventato solo un peso; se fatichi a relazionarti con gli altri, non hai più voglia di stare con qualcuno tranne che in compagnia del tuo computer o del tuo smartphone; se non riesci più a gestire il rapporto con il cibo; quando fatichi a dare un senso a ciò che ti sta accadendo.

Adulti
Se stai vivendo un periodo di particolare ansia, paura o marcata tristezza; se internet, videogiochi o slot machine riempiono le tue giornata; se non riesci più a gestire il rapporto con il cibo; se hai malesseri fisici persistenti e dolorosi che non trovano spiegazione medica; se la tua vita sessuale non soddisfa più te o il tuo partner.

Anziani
Quando giungere alla pensione o la perdita di una persona cara costituiscono un vuoto incolmabile; quando le difficoltà di memoria si fanno sempre più frequenti e preoccupano te e i tuoi familiari.

VISITA MEDICA CAPACITANTE

Nell’anziano con decadimento cognitivo la malattia ed i suoi sintomi possono essere molto complesso da riconoscere per difficoltà dell’anziano ad esprimersi e a collaborare durante la visita.

L’AC è una modalità di comunicazione e relazione con l’anziano smemorato e disorientato ed in generale con il paziente fragile atta a favorire il mantenimento ed il riconoscimento delle competenze ancora presenti. Il riconoscimento dell’ io sano dell’anziano e la sua valorizzazione come persona migliora la comunicazione anche in stadi avanzati di malattia. Questo approccio consente al medico di acquisire in modo più efficiente informazioni anamnestiche e cliniche. L’applicazione di tale approccio ha inoltre uno scopo terapeutico legato al controllo e alla gestione dei disturbi del comportamento attraverso la parola riducendo in modo significativo l’utilizzo di forme di contenzione fisica o farmacologica. Le visite possono essere effettuate in studio o al domicilio del paziente previa prenotazione

Si propone ,inoltre ,una specifica formazione per i familiari di pazienti affetti da demenza attraverso gruppi di auto-mutuo aiuto (Gruppi ABC) . Tali gruppi sono condotti da un professionista specificamente formato che attraverso le tecniche proprie dell’ Approccio Capacitante e la condivisione delle esperienze con gli altri i familiari favorisce il supporto nella gestione della relazione e della comunicazione con il loro congiunto.