fbpx

20 nuovi tutorial disponibili sul Vectorworks Service Select

Scopri tutte le novità di Vectorworks 2019 in 20 tutorial in italiano disponibili da oggi sul portale Vectorworks Service Select.

Con Vectorworks 2019 ci siamo concentrati sull’incremento dell’efficienza progettuale, aumentando le prestazioni e la qualità complessiva, senza dimenticare le migliorie alle funzionalità BIM, tra cui la capacità di “scolpire” in 3D i modelli del terreno, l’integrazione con AutoTURN Online per analizzare i percorsi stradali dei veicoli, l’implementazione del formato MVR per Spotlight e il potenziamento del modulo Braceworks con l’analisi bridle, l’evoluzione dell’interfaccia utente di Vision e l’aumento della velocità fino a sette volte.

Analisi Bridle
Una delle nuove funzioni di Vectorworks 2019 consiste nella possibilità di inserire Bridle in Vectorworks Spotlight. Gli utenti sono in grado di disegnare bridle precalcolati utilizzando lo strumento Inserisci Bridle e configurarli per venire opportunamente calcolati tramite il motore Braceworks. Inoltre il nuovo comando Crea diagramma di Assemblaggio Bridle permette di valutare con attenzione quali elementi vengono impiegati.

AutoTURN Online
Grazie al nostro nuovo partner, TranSoft, siamo orgogliosi di poter fornire accesso diretto a uno strumento eccellente che rimuoverà incertezze e approssimazioni nell’analisi degli spazi di manovra dei veicoli.

Comando numerazione Spotlight
Spotlight ora fornisce un metodo diretto per definire numerazioni complesse sui progetti in meno tempo e con maggiore flessibilità. È possibile utilizzare queste funzioni su diverse tipologie di oggetti in ogni proiezione e si possono effettuare configurazioni appropriate e specifiche per vari ambiti del progetto.

Componenti pavimentazione
In Vectorworks Landmark è possibile notare come la pavimentazione ora operi come un oggetto solaio e puoi dunque utilizzare gli Stili Solaio per la sua rappresentazione 3D. Queste migliorie rendono possibile specificare gli strati dei materiali di pavimentazione e creare preventivi accurati.

Diagnostica condivisione progetto
In Vectorworks 2019 è stata introdotta una funzione diagnostica sui documenti utilizzati nella condivisione del progetto. Durante l’uso, le modifiche ad un progetto condiviso vengono registrate come metadati. Nel caso in cui tali metadati siano diventati sovrabbondanti, potrebbero influenzare le performance delle funzioni di condivisione. La nuova funzione di diagnostica è in grado di rilevare una condizione anomala ed effettuare un reset dei metadati.

Effetti immagine Viewport
In Vectorworks non è necessario utilizzare altri software per migliorare l’aspetto delle Viewport renderizzate o delle immagini importate nel progetto. La nuova funzione Effetti Immagine ci permette di farlo all’interno della stessa piattaforma e dell’ambiente che abbiamo utilizzato per creare i nostri progetti.
Il risultato è pressoché istantaneo e non richiede di effettuare un nuovo rendering, anche quando sono state utilizzate Viewport già renderizzate.

Etichette dati
Il nuovo strumento Etichette Dati di Vectorworks 2019 permette di inserire sul disegno delle etichette che visualizzano i dati associati agli oggetti parametrici e ai simboli, e che possono essere inserite sul progetto e nelle Viewport.
È possibile etichettare oggetti individualmente o effettuare una selezione multipla, il tutto con il completo controllo sull’aspetto grafico. Si può dunque risparmiare tempo e semplificare il processo di gestione dei dati visualizzati nei propri documenti.

Filtri lucidi e categorie
Trovare un lucido o una categoria può rivelarsi difficoltoso, specialmente se lavoriamo su un progetto complesso o su file importati da AutoCAD.
Ora, grazie alle nuove funzioni di filtro e di ricerca, è possibile lavorare in modo più veloce e intuitivo.

Importazione ed esportazione DWG migliorata
Quando si collabora con altri professionisti, ci si aspetta che le informazioni condivise siano accurate e semplici da gestire.
Con i miglioramenti nella mappatura dei lucidi e delle categorie nelle importazioni DWG, possiamo usufruire di un processo di importazione rapido e che non richieda sforzi per rinominare e organizzare le informazioni dei file DWG.

Importazione formato SVG
La versione in italiano di Vectorworks dispone di una funzione per importare le immagini in formato SVG: si tratta di un formato vettoriale molto popolare sul web e questo comando ci offre la possibilità di sfruttare illustrazioni ad alta risoluzione realizzate con applicazioni di grafica vettoriale.

Importazione Revit migliorata
Se state collaborando con colleghi che utilizzano Rèvit oppure che effettuano il passaggio da Rèvit a Vectorworks, scoprirete che nella versione 2019 tutto è più semplice.
Grazie agli ultimi aggiornamenti della libreria BIM di Open Design Alliance, gli utenti di Vectorworks possono ora importare le famiglie di Rèvit e convertirle in oggetti di Vectorworks, semplificando l’inserimento di elementi BIM nei vostri progetti.

Miglioramenti Braceworks Autoconnect
Il modulo Braceworks ora supporta tutte le tipologie comuni di tralicci, i loro orientamenti e le modalità di connessione, inclusi i supporti a terra. Il sistema di connessione automatica di Braceworks è stato migliorato per supportare i simboli per i tralicci verticali e le connessioni di tipo maschio-femmina. Ora è in grado di gestire i tralicci triangolari in maniera corretta ed efficientemente.
Braceworks è stato potenziato per gestire in automatico lo spostamento in altezza degli elementi collegati, degli elementi sovrapposti e di interi sistemi con una singola azione: tutti i tralicci e gli oggetti loro collegati verranno aggiornati in modo coordinato.

Miglioramenti nuvola di punti
Vectorworks 2019 offre un controllo ancora maggiore nell’importazione, nella gestione e nell’analisi della Nuvola di Punti.

Miglioramenti posizione di aggancio
Le Posizioni di Aggancio sono una parte importante del flusso di lavoro della progettazione di eventi.
Dopo aver convertito un Traliccio in una posizione di aggancio tramite il comando Converti in Posizione di aggancio, è possibile accedere a nuove opzioni che rendono più intuitivo l’uso di questo tipo di oggetti.

Migliorie alla modellazione 3D degli oggetti Spotlight
Con Vectorworks Spotlight 2019 possiamo lavorare in 3D sin dall’inizio del nostro progetto. È possibile far ruotare rapidamente e con semplicità gli Apparecchi di illuminazione in ogni vista 3D usando lo strumento Rotazione, così da poter progettare l’impianto esattamente come apparirà nella realtà.

My Virtual Rig / GDTF
Con la creazione dei nuovi standard GDTF e MVR, Vectorworks ora supporta l’esportazione di file MVR che contengano informazioni relative agli apparecchi di illuminazione ed alla scena.

Opzioni Viewport volume di sezione
In Vectorworks 2019 è ora possibile visualizzare il Volume di sezione nelle Viewport sui Lucidi presentazione.
Non siamo limitati a una singola configurazione di Volume di sezione: per ogni Viewport che include una vista che usa il Volume di sezione, è possibile definire una istanza che può essere modificata liberamente.

Scultura modello terreno 3D
Ogni anno vengono introdotte migliorie alla modellazione del terreno di Vectorworks. Nella versione 2019 è presente la modellazione tramite “scultura”.
È tutt’ora possibile intervenire sul modello del terreno utilizzando dei “modificatori” oppure agendo sui suoi contour, ma la nuova modalità di scultura permette un approccio più libero ed intuitivo per modificare il terreno. Questa metodologia di lavoro è stata molto richiesta da coloro che stanno realizzando studi di fattibilità, concorsi, nonché dai progettisti che stanno lavorando alle fasi iniziali di un progetto.

Strumento aggancio semplice
Al modulo Braceworks è stato aggiunto un nuovo tipo di oggetto, l’Aggancio semplice, che spesso costituisce una parte integrale del processo di progettazione delle scenografie.

Componenti 2D per oggetti ibridi
Vectorworks è leader mondiale nel disegno tecnico 2D. Per semplificare il lavoro dei nostri utenti, abbiamo re-ingegnerizzato il processo di creazione della grafica 2D che viene derivata dai modelli 3D.
Con la nuova funzione Componenti 2D per Oggetti Ibridi, abbiamo un controllo completo sulla rappresentazione grafica 2D e sul livello di dettaglio della rappresentazione 2D degli oggetti 3D.
È inoltre possibile personalizzare lo stile e l’aspetto in modo semplice ed automatico.